Pubblicato il Lascia un commento

Lavasciuga pavimenti LAVAMATIC 40. Per la pulizia delle grandi superfici

Più pulito più in fretta. Lavamatic 40

La lavasciuga pavimenti LAVAMATIC 40 della IPC CLEANING è la soluzione che offriamo a tutti quei titolari di vaste superfici produttive. Centri commerciali, supermercati, vaste aree di produzione. L’esigenza è quella di mantenere pulito l’ambiente di lavoro con il minor dispendio possibile di tempo. La pulizia manuale richiederebbe maggior dispendio di mano d’opera o in quantità di personale utilizzato o in tempo impiegato. Pensa a un supermercato dove i corridoi devono essere sempre puliti e dove, magari si presenta l’esigenza di intervenire tempestivamente alla rottura di vari contenitori. Con la Lavamatic 40 la capacità di pulizia è di 1750 m2  all’ora.

Una sola passata con la lavasciuga pavimenti Lavamatic 40 e il problema è immediatamente risolto nel giro di pochi secondi permettendo ai clienti di circolare in un ambiente igienizzato.

Lo spazzolone anteriore pulisce la zona anche con il rilascio di sapone o altri pulenti. Le spazzole posteriori in gomma, grazie al tubo di aspirazione, lasciano il pavimento asciutto.

Il serbatoio da 40 litri garantisce un rilascio continuo di liquido per 45 minuti di lavoro mentre le batterie (incluse) consentono di procedere alla pulizia per 2 ore e mezza.

Per avere maggiori informazioni su questo prodotto contattaci al numero 0964911744 oppure all’email giovanni.marrapodi@gmail.com

Nella provincia di Reggio Calabria prestiamo assistenza tecnica personalmente. Nel resto d’Italia l’assistenza tecnica è garantita dai validissimi colleghi sparsi sul territorio

Descrizione

  • Serbatoio di grande capacità in una soluzione di minimo ingombro
  • Ampia autonomia di lavoro
  • Sistema insonorizzante a bassa emissione di rumori
  • Stop automatico dell’erogazione soluzione
  • Indicatore di livello di carica
  • Distribuzione soluzione a centro spazzola
  • Filtro serbatoio in entrata ed in uscita AFS (sistema antischiuma)

CARATTERISTICHE TECNICHE:

Larghezza pista pulita [mm]500
Larghezza tergipavimento [mm]815
N° Spazzole a disco1
Capacità serbatoio soluzione [l]40
Capacità serbatoio recupero [l]50
Alimentazionea batterie 2x12V
Velocità Max [Km/h]3,5
Produttività [mq/h]1750
Potenza installata[mq/h]1080
Dimensione vano Batterie – L x W x H [mm]350 x 370 x 250
Peso (batteria incluse) [Kg]83
Dimensione L x W x H [mm]1230 x 516 x 960

ACCESSORI

SPAZZOLESoft – Fibre naturaliSPPV45469133,00
Medium – Nylon setola 0,45 mmSPPV01157120,50
Medium – Nylon setola 0,8 mm (IN DOTAZIONE)SPPV43963120,50
Abrasive – TynexSPPV44837278,00
DISCHI PADDisco TrascinatoreSPPV00317116,50
LAME SQUEEGEELama anteriore Latex (880 mm)MPVR0803937,16
Lama posteriore Latex (900)MPVR0803551,96
Squeegee completo (IN DOTAZIONE)PMVR02237429,00
ACCESSORIProlunga cavo M/F Schuco – 20 mt [3×2,5mm2 230V – 50 Hz]MECB42513120,50
Prolunga cavo M/F Schuco – 30 mt [3×2,5mm2 230V – 50 Hz]MECB00341180,00
Kit Chem DoseKTRI01763555,00
Lama anteriore in poliuretano antiolio (880 mm)MPVR0580032,96
Lama posteriore in poliuretano antiolio (900 mm)MPVR0580247,90
Pubblicato il Lascia un commento

K 1530 H Milwaukee. Prova e opinioni

K1530H Milwaukee. Demolitore da 39J

Da poco arrivato sul mercato, il martello demolitore Milwaukee K1530H si presenta tra i più potenti della sua categoria. Una forza di 39 Joule per un peso relativamente contenuto di 16,8 Kg. Un peso contenuto perché per pari peso, prodotti vincenti dei marchi concorrenti, riescono a sviluppare massimo 26 Joule. 

Contenere una tale potenza in un utensile contenuto dimostra la grande maturità tecnica di Milwaukee la quale, a forza di ricerche, è riuscita a guadagnare il primo posto del podio. Tra gli elettroutensili e utensili a batteria, Milwaukee si qualifica tra i migliori se non proprio la migliore.

Esigenze

Quando scegliere questo utensile?

Nel catalogo Milwaukee ci sono martelli demolitori di varie misure e varie potenze. Nel caso specifico, il K1530H Milwaukee viene richiesto da chi deve fare grosse demolizioni di vaste aree in calcestruzzo, cemento armato o asfalto. Il cliente interessato all’acquisto di questo demolitore aveva l’esigenza di demolire il vecchio piazzale in cemento armato per cambiarne la geometria.

Per avere un termine di paragone, abbiamo portato per la prova il demolitore K1000 S sempre Milwaukee. Un martello demolitore da 26 Joule per 12 Kg. Avere un termine di paragone era fondamentale ai fini della prova. 

La prima cosa che abbiamo notato è la differenza tra la potenza sviluppata e la potenza percepita di entrambi gli utensili. Abituati ai vecchi martelli demolitori si ha subito l’impressione che il K1530H Milwaukee eserciti meno potenza. Il parere cambia radicalmente spostando l’attenzione dalla vibrazione che avvertono le braccia e la quantità di cemento rotta sotto la punta esagonale da 30 millimetri

La forza, infatti, viene sviluppata quasi completamente sotto la punta. Il sistema di ammortizzatori impedisce che le vibrazioni si trasferiscano all’operatore.

Pubblicato il Lascia un commento

Come fare la miscela

Come si fa la miscela per i motori 2 tempi

Come si fa la miscela è una certezza che molti hanno. Per i motori 2 tempi, nel nostro campo motoseghe e decespugliatori, è necessaria la combinazione di benzina e olio additivo. La maggior parte dei nostri clienti, cosa che ci ha spinti a scrivere questo articolo, sostiene che la percentuale di diluizione corretta sia il 5% sempre. Questo non è sempre vero.

Come si ottiene la miscela

Per fare la miscela bisogna combinare insieme i due componenti sopra descritti. Benzina e additivo. Alcuni preferiscono comprarla già fatta al distributore, scelta sconsigliata per i motori due tempi più delicati come motoseghe e decespugliatori, per i quali è suggeribile acquistare gli additivi di buona qualità in commercio. 

La percentuale di diluizione è scritta sulla confezione dell’additivo

Nell’olio Dolmar (Makita) mostrato nell’immagine sopra c’è scritto chiaramente come la proporzione sia 50:1 ovvero il 2%.

Con ogni litro di additivo si ottengono 50 litri di miscela.

Altri additivi possono riportare altre proporzioni o percentuali in base alla densità.

Se ne metto di più funziona meglio

Assolutamente no. Aggiungere più lubrificante di quanto necessario comporterebbe, a lungo andare, il danneggiamento del pistone e del cilindro.

All’interno del cilindro, il pistone non riuscirebbe a compiere la propria corsa perché rallentato dalla presenza di troppo additivo che non viene sciolto nella benzina creando delle incrostazioni. Queste incrostazioni creerebbero i danni che vediamo nell’immagine in alto.

Quanto posso tenere la miscela nel bidone prima di utilizzarla?

E’ consigliabile non superare i 10 giorni. I due componenti inizierebbero a separarsi e l’additivo precipiterebbe.

Riassumendo

La miscela è un componente composto da benzina e additivo. Acquistare additivi di qualità. Mantenere le proporzioni indicate sull’etichetta (né più né meno). Fare la miscela che si utilizza senza lasciarla preparata a lungo.

Se avete osservazioni o integrazioni, l’area commenti è a disposizione.

Buon lavoro 

Pubblicato il 1 commento

Scuotitore BHL360 Makita – Un’offerta imperdibile

BHL360 – Il più potente

Il nuovo scuotitore per olive Makita disponibile a un prezzo speciale per i clienti che riceveranno questa email
Makita BHL360 è l’abbacchiatore più leggero, veloce,pratico e confortevole attualmente sul mercato. Ne avevamo già profusamente parlato in questo articolo
Con soli 940 grammi di peso, lo scuotitore BHL360 è il più potetente nel suo genere. 
Batterie al litio da 36V (incluse nel prezzo) che si ricaricano in 20 minuti, garantiscono l’autonomia per un’intera giornata di lavoro.

Le aste in fibra di carbonio colpiscono in modo risoluto la pianta ma, grazie alla flessibilità, non la danneggiano. Vedrete, infatti, poche foglie e pochi rami staccarsi dall’arbusto.

La prova reale fatta da Marrapodi Srl
 
L’offerta comprende:
Abbacchiatore Makita BHL360
Zaino con batterie durata 8 ore lavorative
Caricabatterie
 
Prezzo offerta

890 € 

iva inclusa
 
Disponibili solo pochi pezzi
Pubblicato il Lascia un commento

DHP481 Makita. La prova dei clienti

Il DHP481 è un trapano avvitatore della Makita. Il trapano avvitato. 115nm di potenza effettiva. I clienti del nostro negozio di macchine edili e agricole (a Bianco, in provincia di Reggio Calabria) hanno voluto provarlo prima di procedere con l’acquisto.

Ci hanno sfidato!

Hanno detto che avrebbero comprato il trapano DHP481 solo se questo fosse riuscito ad avvitare una vite di 50 centimenti nel legno lamellare senza fare un preforo. Direttamente. Musica per le nostre orecchie. Vediamo com’è andata.

Inutile dire che i clienti sono rimasti stupefatti dall’enorme potenza sprigionata. Avete potuto vedere dal video sia il lavoro sia le espressioni finali dei clienti (rigorosamente in dialetto).

Il trapano avvitatore DHP481 Makita è un trapano compatto e dal peso contenuto. Solo 2,4 Kg. Una coppia di serraggio variabile da un minimo di 60 Nm a un massimo di 115 Nm. Questo lo rende adatto anche ai lavori più impegnativi.

E’ dotato di una comoda impugnatura antiscivolo soft-grip e di un manico molto lungo per consentire all’utilizzatore di guidare l’utensile e non esserne guidato.

Le batterie fornite sono le nuove 18V, 4Ah, che possono essere montate su oltre cento utensili Makita, garantendo un notevole risparmio sui successivi acquisti di utensili a batteria Makita.

Le funzioni, dotate di velocità variabili, sono le comuni avvitatura, foratura, e foratura con percussione.

DHP481RMJ

Pubblicato il Lascia un commento

TM3010 Makita – Cambia il modo di lavorare

Abbiamo già parlato dell’utensile multifunzione Makita TM3010. Quello che non abbiamo detto è che abbiamo fatto una prova sul campo nella ristrutturazione del nostro punto vendita di macchine e utensili professionali per l’edilizia e l’agricoltura a Bianco, in provincia di Reggio Calabria.

TM3010CX2J_Makita

Grazie all’utensile multifunzione Makita TM3010 abbiamo potuto dare sfogo alla fantasia costruendo un nuovo bancone cassa che ha suscitato l’interesse di una rivista americana. Un articolo che potete vedere cliccando QUI

Partiamo dal principio:

Delle normalissime pedane affiancate in orizzontale:

20151224_185035

Su un’asse di legno abbiamo disegnato i contorni del nostro logo

20151225_120236

Abbiamo ritagliato i contorni con l’utensile multifunzione Makita TM3010

20151225_124824

20151225_161456

Le lettere, all’interno, sono state scavate con l’accessorio dritto per il legno duro.

Abbiamo avvitato le lettere al bancone una per una

E infine dipinto il tutto per conferire un aspetto invecchiato.

Tempo di esecuzione totale con il MAKITA TM3010: 3 ore

Pubblicato il Lascia un commento

Utensile multifunzione Makita TM3010

Il nuovo utensile multifunzione Makita TM3010 è disponibile presso il nostro negozio di macchine e utensili edili e agricoli a Bianco, in provincia di Reggio Calabria. Con un solo utensile è possibile svolgere una vasta gamma di lavori. Dal più piccolo e preciso al più sbrigativo. Una vasta gamma di lame e accessori, in dotazione, smontabili e rimontabili in dieci secondi per un’infinità varietà di lavori.

Grazie alle microoscillazioni delle lame, risulta semplice intervenire anche nei punti più difficili e stretti, ottenendo un lavoro di estrema precisione.

Segue un breve video che spiega il funzionamento del Makita TM3010 disponibile sia nella versione a cavo che con batteria da 18V

Lame e accessori per utensile multifunzione

Modello numero TMA Descrizione Diametro Misure Grana Applicazione
313248-8 Adattatore compatibile Fein
313249-6 Adattatore compatibile Dremel
B-21537 Platorello levigatura per fogli abrasivi velcrati DELTA
B-21559 Carta abrasiva DELTA longlife per legno assortiti
B-21565 60
B-21571 80
B-21587 100
B-21602 180
B-21618 Carta abrasiva DELTA RED per legno – assortiti
B-21624 60
B-21630 80
B-21646 120
B-21652 180
B-21668 240
B-21674 Carta abrasiva DELTA white per legno e vernici – assortita
B-21680 60
B-21696 80
B-21705 100
B-21711 240
B-21727 320
B-21733 Carta abrasiva DELTA black stone – assortiti
B-21749 120
B-21755 240
B-21761 400
B-21777 600
B-21783 1200
B-21799 Tessuto abrasivo medio 100
B-21808 Tessuto abrasivo grossolano 280
B-21814 Tessuto di pulizia senza abrasivo
B-21820 Platorello DELTA per lucidatura
B-22931 240
B-22947 100
B-22953 150
B-22969 120
B-21272 TMA001 Lama segmentata BiM-TiN, Multi materiale piatto 85 mm cartongesso, fiberglass
B-21288 TMA002 Lama segmentata BiM-TiN, Multi materiale piatto 65 mm fiberglass, epossidici
B-21294 TMA003 Lama circolare BiM-TiN, Multi materiale piatto 85 mm legno chiodato, fiberglass
B-21303 TMA004 Lama segmentata BiM-TiN, Multi materiale piatto 65 mm fiberglass, lamiere 1,0 mm
B-21319 TMA005 Lama segmentata BiM-TiN, Multi materiale piatto 100 mm legno, laminati, parquet, alluminio
B-21325 TMA006 Lama a segmenti bimetallica BiM, legno e metallo offset 85 mm legno, plastica, laminati
B-21331 TMA007 Lama a segmenti, HCS, legno, offset 85 mm legno duro, pvc, tubi
B-21347 TMA008 Lama da taglio ad affondamento BiM, legno e chiodi 40×65 mm legno chiodato, laminati, legno dolce
B-21353 TMA009 Lama da taglio ad affondamento BiM, legno e metallo 40×28 mm legno pieno, plastiche, profilati metallici
B-21369 TMA010 Lama da taglio ad affondamento BiM, legno duro 40×32 mm legno pieno, laminati, compensato
B-21381 TMA012 Lama da taglio ad affondamento HCS, legno 40×32 mm legno, compensato
B-21397 TMA013 Lama da taglio ad affondamento HCS, legno 30×20 mm legno, compensato, laminati
B-21406 TMA014 Lama da taglio ad affondamento HCS, legno 30×10 mm legno tenero
B-21412 TMA015 lama da taglio ad affondamento BiM, metallo 30×32 mm legno chiodato, rame, plastica
B-21428 TMA016 lama da taglio ad affondamento BiM, metallo 30×20 mm legno chiodato, rame, plastica
B-21434 TMA017 lama da taglio ad affondamento BiM, metallo 30×10 mm legno chiodato, rame, plastica
B-21440 TMA018 Scrostatore rigido HCS 52 mm malta, colla
B-21456 TMA019 Scrostatore flessibile HCS 52 mm colla, vernici
B-21462 TMA020 Lama segmentata BiM 100 mm materiali isolanti, polistirolo, pelle, gomma
B-21478 TMA021 Lama taglio angoli HCS 50×28 mm materiali isolanti, mastici
B-21484 TMA022 Rimozione malta HM 70 mm 40 malta, colla
B-21490 TMA023 Lama segmentata HM 85 mm 30 calcestruzzo poroso, fughe piastrelle
B-21509 TMA024 Lama segmentata HM extra 1,5 mm 65 mm 50 fughe piastrelle, fibre epossidiche, fibra di vetro
B-21515 TMA025 Piattello levigatura HM 78 mm 30 Malta, colle, raspatura legno
B-21521 TMA026 Lama diamantata 65 mm 40 fibra epossidica, piastrelle tenere

 

Pubblicato il Lascia un commento

Pompe sommerse. Come sceglierle

Come scegliere la giusta pompa sommersa

Le pompe sommerse, disponibili nel nostro negozio di macchine edili e agricole a Bianco in provincia di Reggio Calabria, sono difficile da scegliere. Molti clienti pensano di poter scegliere la pompa sommersa in base al costo minore e non alla effettiva esigenza. Così facendo si ritrovano una pompa insufficiente a coprire le necessità stabilite. Vediamo di seguito alcune linee guida.

Acque chiare, torbide, fognarie

La prima distinzione necessaria per l’acquisto di una pompa è la tipologia di acqua che dovrà essere aspirata. Le pompe sommerse hanno tecnologie diverse per poter digerire i diversi tipi di acqua.

  • Acque chiare: Sono quelle acque, perlopiù pluviali, che ci si ritrova a dover affrontare in casi di allagamento cantine o garage
  • Acque scure: Acque con piccoli corpi in sospensione. Terriccio ad esempio
  • Acque fognarie: Acque provenienti dagli scarichi domestici, ad esempio

Per le ultime sceglieremo pompe dotate di lame trituratrici per sminuzzare i liquami e non intasare i tubi e la pompa. Per le acque scure compreremo pompe sommerse con un’uscita più grande. Per le acque chiare andrà bene un pompa con un’uscita più piccola.

Prevalenza

Dove la dobbiamo mettere questa pompa? Ognuna ha una prevalenza diversa. Nel nostro negozio di Macchine Edili e agricole a Bianco in provincia di Reggio Calabria, ne abbiamo diverse. Dobbiamo sapere a che profondità pescare l’acqua e a che distanza mandarla.

Esempio:

Devo pescare l’acqua a 6 metri di profondità e mandarla, in salita, a altri 6 metri. Avrò bisogno di una pompa sommersa con 12 metri di portata.

Conta solo il percorso che l’acqua deve fare in salita. Se la strada di percorrenza è pianeggiante, possiamo non considerarla.

Portata

Di quanta acqua abbiamo bisogno? Ogni pompa è capace di pescare una certa quantità di litri di acqua al minuto in base alla profondità. La stessa pompa potrà fornire 100 litri di acqua al minuto a 6 metri o 50 litri di acqua al minuto a 12 metri. Se il nostro bacino di acqua impiega molto a riempirsi, e dobbiamo irrigare, dovremo optare per una pompa che non lo svuoti subito. Caso contrario nel caso in cui si allagasse la cantina.

Attacco

Anche il modo in cui si accende la pompa varia in base alla necessità. Si può desiderare che il livello di acqua non superi mai un certo livello prestabilito, allora si prediligerà una pompa con un galleggiante che attiverà in automatico il risucchio dell’acqua. Si può anche volere azionare all’occorrenza la pompa, allora si sceglierà per l’attivazione con l’interruttore.

Ci sono altre informazioni più specifiche tipo i cavalli del motore (hp), i kilowatts di assorbimento e altri tecnicismi utili a esigenze estremamente specifiche.

Per altre informazioni non esitate a contattare il nostro negozio di macchine edili e agricole a Bianco in provincia di Reggio Calabria

Pubblicato il Lascia un commento

Come scegliere un generatore di corrente

Come scegliere un generatore di corrente

Come scegliere un generatore di corrente? E’ la domanda che fanno i clienti del nostro negozio di macchine edili a Bianco, in provincia di Reggio Calabria. Passeggiano tra la vasta gamma di gruppi elettrogeni Pramac, disponibili nel punto vendita, cercando la soluzione più adatta a loro.

Le esigenze

Che cosa bisogna alimentare? In che zona deve essere usato il generatore? Queste sono le prime domande che dobbiamo farci. La scelta del giusto gruppo elettrogeno è soggetta a queste due specifiche esigenze. Ogni utensile da collegare ha un proprio consumo che dobbiamo calcolare per stabilire la compatibilità di utilizzo con il generatore. Le apparecchiature in genere hanno una potenza massima e una potenza nominale.  La potenza massima è il picco di spunto raggiunto dall’elettroutensile. La potenza nominale è la potenza assorbita durante il normale funzionamento della macchina.

Alcuni esempi:

  • Un frigorifero ha una potenza nominale di 600W e una potenza massima di 2000W
  • Una lavatrice ha una potenza nominale di 1500W e una potenza massima di 3450W
  • Un’elettropompa per pozzi ha una potenza nominale di 1250W e una potenza massima di 3750W
  • Un compressore d’aria da 1hp ha una potenza nominale di 600W e una potenza massima di 2000W

Per utilizzare più apparecchi contemporaneamente bisogna sommarne la potenza massima per valutare la capacità del gruppo elettrogeno di alimentarli.

Altro aspetto molto importante è la destinazione di utilizzo. Questo incide molto sulla scelta del generatore di corrente. Il fattore determinante è la rumorosità misurata in dB. Per dare un parametro di riferimento, in una sala lettura ci saranno 30 dB. In prossimità di un martello pneumatico, in funzione, ci saranno 130 dB.

Per un cantiere sceglieremo, ad esempio, un generatore normale, per un’abitazione sceglieremo un gruppo elettrogeno supersilenziato.

Per qualunque chiarimento o informazione aggiuntiva, contattateci o visitate il nostro punto vendita di macchine edili a Bianco in provincia di Reggio Calabria.

Pubblicato il Lascia un commento

Come montare barra e catena alla motosega.

Ecco un tutorial su come montare la barra catena alla motosega. Per questa spiegazione abbiamo utilizzato una motosega EA3100 Makita. Un vero gioiello. La motosega EA3100 Makita è nuova di pacco, essendo noi rivenditori autorizzati, ma potrebbe essere che vi capiti di dover montare la barra catena alla motosega per altri motivi, tipo l’usura o la rottura della stessa. Come prima cosa ci ritroviamo il blocco motore e la motosega in due pezzi separati.

Immagine di una motosega Makita EA3100 smontata, appena estratta dal pacco

Come primo passaggio per  montare la barra catena alla motosega, dobbiamo individuare la vite che tiene il coperchio laterale che protegge il rocchetto.

Immagine del dado che regge il coperchio in plastica laterale della motosega Makita EA3100

Con una chiave, smontare il dado ruotando in senso antiorario e liberare il coperchio in plastica che si aggancia alla parte posteriore della EA3100 Makita

Immagine di una chiave che svita il dado che regge il coperchio in plastica laterale

Aperto il coperchio, procediamo con il montare la barra catena alla motosega. Appoggiare la barra al rocchetto e adagiare la vite che reggeva il dado appena smontato dentro la fessura della barra come si vede nell’immagine.

Immagine della barra che si incastra nella vite laterale e si appoggia al rocchetto

 

E’ arrivato il momento di inserire la catena. Deve passare lungo tutto la scanalatura della barra e passare dietro al rocchetto. Girala un po’ con le mani per fare in modo che occupi la giusta posizione. Non ti preoccupare se sta larga. Poi vedremo come tenderla.  Importante stare attenti al verso della catena. Come noterai la lama ha due versi, uno dei quali più sporgente e affilato. La catena gira in senso orario, quindi la parte affilata deve, nella parte superiore della barra, “guardare” alla punta

Immagine della catena che viene adagiata sulla barra dietro il rocchetto

Richiudi il coperchio della motosega. Come avrai notato, la barra ha due buchi. Servono per fare in modo di agganciarci il tendicatena. Nella Motosega EA3100 Makita, il tendicatena, che è un perno, si aggancia al buco inferiore e si regola dalla vite che si trova nella parte anteriore del coperchio come si vede nell’immagine. L’operazione è indispensabile sia per poter agganciare perfettamente il coperchio, sia per allungare e accorciare la lunghezza della barra e tirare la catena.

Immagine del coperchio aperto con la regolazione del tendicatena

Una volta riavvitato il coperchio laterale con il dado, procedi con l’ultima regolazione della catena. Attento a non farla né troppo stretta, altrimenti non gira, né troppo larga, altrimenti ti fai male.

Immagine dell'ultima regolazione del tendicatena della motosega EA3100

La tua motosega EA3100 Makita è finalmente pronta per essere usata. Se sei in possesso di un’altra motosega, magari più grande e vuoi acquistare la EA3100 Makita vieni a trovarci. E’ un vero gioiello della tecnologia. Piccola e leggera. 30.1cm³ e soli 3,6Kg. Utilissima per rifinire i grandi lavori.